Europa segreteria.atma@gmail.com +13017448259 mutantitv

Associazione Coscienza Spirituale "Sole e Luna"

giovedì 24 marzo 2016

Arriva l'ora legale: tutti i vantaggi della luce del sole

ora legale

Tra sabato 26 e domenica 27 marzo tornerà l'ora legale. Alle due del mattino del giorno di Pasqua dovremo infatti regolare gli orologi portandoli avanti di un'ora. Avremo un'ora di luce in più e anche un'ora di sonno in meno. Un cambiamento che può portare dei traumi psicofisici, ma non tutti i mali vengono per nuocere. Perché?

È vero, dormiremo 60 minuti in meno, ma li recupereremo quando, a fine ottobre, torneremo all’ora solare e ci sarà anche il naturale assopimento autunnale. È vero anche che il cambio dell’orario potrebbe portare disturbi al vostro umore già sull’orlo di una crisi di nervi, così come il fisico potrebbe risentirne con spossatezza e mancanza di forze, ma suvvia cosa sarà mai se quel cerchio alla testa vi attanaglierà per un po’!

Ricordatevi che sarete nel bel mezzo delle vacanze pasquali e, a meno che non abbiate in giro per casa dei pupi festanti e in preda all’apertura spasmodica delle uova di cioccolato (in questo caso, abbracciatevi la croce), avrete tutto il tempo per rilassarvi almeno un altro giorno.

Secondo gli esperti, il cambiamento di orario potrebbe portare anche al vero e proprio fenomeno del jet-lag e, nei casi più gravi, a un infarto cardiaco? Beh, signori miei, non è le lancette che dovrete spostare ma, se poco poco siete dei soggetti a rischio, è l’appuntamento dal cardiologo che non dovrete più rimandare.

Quanto al resto, ora legale è ogni anno, da cent’anni a questa parte, sinonimo di primavera. Niente più giubbotti pesanti e piogge: se non c’è nessuna alluvione improvvisa nei paraggi causa cambiamenti climatici planetari, si può stare decisamente più tempo all’aria aperta, fare qualche corsetta in giro cominciando a prendersi più cura di quel fisico stremato di cui sopra e far scorrazzare i bimbetti nel parco.

Tutto, ovviamente, coadiuvato dal fatto che ora legale significa anche e soprattutto più luce durante il giorno. È proprio questo il punto: in soldoni, l’ora legale ci fa risparmiare un bel po’, per cui poco importa se per qualche giorno soffriremo di disturbi legati al cambiamento di abitudini in rapporto alla luce!

Secondo dati Terna, gestore della rete elettrica nazionale, sull’ora legale 2015 durante quel periodo iniziato il 29 marzo 2015 l’Italia ha risparmiato complessivamente 552,3 milioni di kilowattora (549,7 milioni di kWh il dato del 2014), un valore pari al consumo medio annuo di elettricità di circa 210 mila famiglie, proprio grazie a quell’ora quotidiana di luce in più che ha portato a posticipare l’uso delle luci artificiali. Dal 2004 al 2015 il risparmio complessivo del Paese è stato di circa 7 miliardi e 270 milioni di kilowattora, pari a un valore di circa 1 miliardo e 79 milioni di euro.

Un risparmio che ha una certa consistenza, tanto che i “sostenitori” dell’ora legale la vorrebbero tutto l’anno e non solo per risparmiare in termini di energia elettrica, ma anche per fare in modo che chi davvero soffre di questi cambiamenti di orario non spenda un capitale in farmaci che regolarizzino il ciclo sonno-veglia.

E voi come lo vivete il cambio d’ora? Entrate nel panico da “sonno insufficiente” o riuscite a reagire bene?

Germana Carillo

LEGGI anche:

frecciaTORNA L'ORA LEGALE: INSONNIA E INAPPETENZA DIETRO L'ANGOLO. ECCO COME AFFRONTARLI

frecciaORA LEGALE LA DIETA CONTRO L'INSONNIA

...continua sulla fonte http://ift.tt/1S8qJCk che ringraziamo. http://ift.tt/1pJQq5Q

La nostra Associazione Culturale

Visita anche il nostro





Associazione Coscienza Spirituale "Sole e Luna"



youtube.com/FinestraLiberaEu1 clicca qui!
Contatti: segreteria.atma@gmail.com

Popular Posts

Social

Instagram


Radio


clicca qui
versione MP3 server clicca qui


Post Archivio

Visualizzazioni di pagine: ultimo mese

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità (è solo un aggregatore). Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Immagini e testi pubblicati sono tratti da Internet o di proprietà di chi le invia e quindi valutati di pubblico dominio (è consentita la libera pubblicazione attraverso la rete internet, a titolo gratuito, di immagini e musiche a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico e solo nel caso in cui tale utilizzo non sia a scopo di lucro), in caso contrario contattarci (finestralibera@gmail.com) per l'immediata rimozione.