Europa segreteria.atma@gmail.com +13017448259 mutantitv

Associazione Coscienza Spirituale "Sole e Luna"

giovedì 21 aprile 2016

Scriviamo al Governo per proteggere i ciclisti dagli incidenti (#qualebuonastrada)

quale buona strada

Le strade non sono un luogo sicuro per i ciclisti. La legge delega per la riforma del Codice della Strada è ferma da più di un anno in Senato e nel frattempo gli incidenti, anche gravi, che coinvolgono chi si sposta in bici nella propria vita quotidiana proseguono. Ecco allora #qualebuonastrada, un’iniziativa per chiedere al Governo di occuparsi finalmente della sicurezza dei ciclisti.

La campagna #qualebuonastrada è promossa da 12 riviste italiane dedicate al mondo del ciclismo e della bici, tra cui troviamo Bike Italia. Alcuni dati allarmanti dimostrano quanto siano pericolose le nostre strade per i ciclisti.

Infatti nel solo 2014 in Italia sono morti 273 ciclisti, l’8,8% in più rispetto al 2014. Tra i morti troviamo 62 bambini. Oltre 12 mila bambini sono stati feriti. I dati messi a disposizione dalla campagna #qualebuonastrada mostrano che la situazione per i ciclisti dal 2011 al 2014 è peggiorata. Il numero dei morti e dei feriti purtroppo è aumentato, anche tra i bambini.

Ecco allora che secondo i promotori di questa campagna è davvero giunto il momento di difendere i ciclisti, a partire da un intervento del Senato e del Governo, dato che per le strade esistono molti pericoli.

La legge delega con le modifiche al Codice della Strada è ancora in attesa di discussione in Senato. Approvarla sarebbe una soluzione importante, dato che il documento contiene diverse norme per la tutela dei più deboli.

La campagna #qualebuonastrada serve per chiedere che la legge delega con le modifiche al Codice della Strada venga discussa e approvata al più presto. Chiede inoltre che il Governo si impegni a realizzare una campagna di comunicazione per spiegare che l’uso del’automobile è incompatibile con l’uso del telefono cellulare.

quale buona strada infografica

Chi è d’accordo con la campagna a favore dei ciclisti può parlarne sul proprio blog, su Twitter e su Facebook utilizzando l’hashtag #qualebuonastrada.

Potete anche inviare via e-mail il testo della campagna con le richieste per il cambiamento a:

• Presidente del Consiglio, Matteo Renzi: presidente@pec.governo.it

• Ministro dei Trasporti, Graziano Delrio: segreteria.ministro@pec.mit.gov.it

• Presidente del Senato, Pietro Grasso: pietro.grasso@senato.it

• Presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini: laura.boldrini@camera.it

Per saperne di più e per rimanere aggiornati seguite su Twitter l’hashtag #qualebuonastrada.

{source}
<a class="twitter-timeline" href="https://twitter.com/hashtag/qualebuonastrada" data-widget-id="723085963879030784">Tweet riguardo #qualebuonastrada</a>
<script>!function(d,s,id){var js,fjs=d.getElementsByTagName(s)[0],p=/^http:/.test(d.location)?'http':'https';if(!d.getElementById(id)){js=d.createElement(s);js.id=id;js.src=p+"://platform.twitter.com/widgets.js";fjs.parentNode.insertBefore(js,fjs);}}(document,"script","twitter-wjs");</script>
<!-- You can place html anywhere within the source tags -->
<script language="javascript" type="text/javascript">
// You can place JavaScript like this

</script>
<?php
// You can place PHP like this

?>
{/source}

Marta Albè

Leggi anche:

frecciaCYCLEE, IL DISPOSITIVO HI-TECH CHE PROIETTA FRECCE E STOP SULLA SCHIENA DEL CICLISTA

frecciaIL TUNNEL DA SOGNO PER CICLISTI E PEDONI DELLA STAZIONE DI AMSTERDAM

frecciaUN SEMPLICE TRUCCO PER SALVARE LA VITA DEI CICLISTI

...continua sulla fonte http://ift.tt/210bT7s che ringraziamo. http://ift.tt/1TkUK4Z

La nostra Associazione Culturale

Visita anche il nostro





Associazione Coscienza Spirituale "Sole e Luna"



youtube.com/FinestraLiberaEu1 clicca qui!
Contatti: segreteria.atma@gmail.com

Popular Posts

Social

Instagram


Radio


clicca qui
versione MP3 server clicca qui


Post Archivio

Visualizzazioni di pagine: ultimo mese

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità (è solo un aggregatore). Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Immagini e testi pubblicati sono tratti da Internet o di proprietà di chi le invia e quindi valutati di pubblico dominio (è consentita la libera pubblicazione attraverso la rete internet, a titolo gratuito, di immagini e musiche a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico e solo nel caso in cui tale utilizzo non sia a scopo di lucro), in caso contrario contattarci (finestralibera@gmail.com) per l'immediata rimozione.