Europa segreteria.atma@gmail.com +13017448259 mutantitv

Associazione Coscienza Spirituale "Sole e Luna"

venerdì 13 maggio 2016

Shinrin-yoku: il segreto per guarire è nella foresta

Shinrin-yoku significa “trarre giovamento dall’atmosfera della foresta” o “bagno nella foresta”. Si tratta insomma di una vera e propria immersione nel verde con l’obiettivo di godere dei benefici della natura per la nostra salute.

In Giappone è comune prescrivere ai pazienti un bel “bagno nella foresta” perché è noto che passeggiare tra gli alberi può essere utile per ridurre lo stress, per rafforzare il sistema immunitario e per ritrovare il buonumore e le energie. Il Governo giapponese invita i cittadini a passeggiare tra gli alberi mettendo a loro disposizione degli esperti che indicano come fare per respirare profondamente, per camminare in consapevolezza nella natura e per sperimentare davvero i benefici di qualche ora passata tra i boschi.

Secondo la psicologia ambientale, è l’ambiente in cui ci troviamo che determina il nostro modo di essere. Gli abitanti delle città, che spesso sono molto stressati, amano andare alla ricerca di un’occasione di fuga nella natura, ad esempio sfruttando un fine settimana per una gita in montagna.

Jose Antonio Correia, professore di Psicologia Ambientale presso l'Università Autonoma di Madrid, spiega che:

“Con l’avvento della società moderna le città hanno iniziato a rappresentare una sicurezza contro le possibili aggressioni della natura. Ora sappiamo che questo atteggiamento è sbagliato e che possiamo parlare addirittura di disturbi da deficit di natura: aumento dell’obesità, malattie respiratorie, carenza di vitamina D, stress... La città ci offre protezione e comfort, ma il nostro sistema nervoso non si è del tutto adattato all’ambiente urbano e sente dunque la mancanza di una stimolazione da parte dell’ambiente naturale che ha permesso la sopravvivenza della nostra specie”.

A suo parere siamo vittime di un vero e proprio analfabetismo riguardo alla natura e dovremmo ricominciare a vivere nel verde per sentirci meglio. Insomma, dovremmo imitare i giapponesi e cercare di trascorrere più tempo passeggiando in un parco o in un bosco. Possiamo lasciarci incantare dalle meraviglie della natura e recuperare la nostra memoria ancestrale e i nostri istinti primari.

Secondo Correia, quando non possiamo lasciare la città per raggiungere un bosco possiamo comunque passeggiare in un parco nella nostra zona. Anche i parchi infatti possono avere un’azione terapeutica, soprattutto se ci soffermiamo a contatto con gli elementi naturali che li compongono, magari abbracciando un albero.

E quando non possiamo uscire di casa? L’esperto consiglia di recuperare il contatto con la natura grazie all’aromaterapia e agli oli essenziali. Pensiamo, ad esempio, agli oli essenziali di pino, timo o rosmarino: tutti profumi rinvigorenti che possiamo assaporare mentre chiudiamo gli occhi, ci rilassiamo e immaginiamo di essere sdraiati su un prato o di passeggiare in un bosco.

Marta Albè

Leggi anche:

freccia10 PAROLE GIAPPONESI (QUASI INTRADUCIBILI) MA CON UN SIGNIFICATO DAVVERO PROFONDO

frecciaVIVERE A CONTATTO CON LA NATURA: 5 MODI PER ESSERE PIU’ SANI E FELICI

frecciaYOGA E MEDITAZIONE NELLA NATURA: TUTTI I BENEFICI DI PRATICARE IMMERSI NEL VERDE

 

...continua sulla fonte http://ift.tt/1UYpqf4 che ringraziamo. http://ift.tt/1X6Q1GV

La nostra Associazione Culturale

Visita anche il nostro





Associazione Coscienza Spirituale "Sole e Luna"



youtube.com/FinestraLiberaEu1 clicca qui!
Contatti: segreteria.atma@gmail.com

Popular Posts

Social

Instagram


Radio


clicca qui
versione MP3 server clicca qui


Post Archivio

Visualizzazioni di pagine: ultimo mese

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità (è solo un aggregatore). Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Immagini e testi pubblicati sono tratti da Internet o di proprietà di chi le invia e quindi valutati di pubblico dominio (è consentita la libera pubblicazione attraverso la rete internet, a titolo gratuito, di immagini e musiche a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico e solo nel caso in cui tale utilizzo non sia a scopo di lucro), in caso contrario contattarci (finestralibera@gmail.com) per l'immediata rimozione.